Quanto segue contiene spoiler per Harley Quinn Stagione 3, Episodio 10, “The Horse and the Sparrow”, che ha debuttato il 15 settembre su HBO Max.

Il finale di stagione di Harley Quinn termina con alcune importanti modifiche per la sua versione crackata di Gotham City. La terza stagione, episodio 10, “Il cavallo e il passero” vede Bruce Wayne arrestato per evasione fiscale – un destino che sembra accettare senza lamentarsi – mentre il periodo di Joker come sindaco ha fatto cose sorprendentemente buone per la città. Harley accetta il suo eroe interiore e si unisce alla Bat-Family, mentre Poison Ivy prende una decisione altrettanto importante: accettare l’offerta di Luthor di diventare il nuovo capo della Legion of Doom.

La decisione è enorme non solo per il disprezzo aperto di Ivy per ciò che considera correttamente un club per ragazzi grandi, ma anche per lo strano passato fuori campo del personaggio con la Legione. Nonostante sia stata una parte importante della galleria dei ladri di Batman per decenni, non è riuscita a entrare nel gruppo quando è apparso per la prima volta. E mentre le ragioni erano molto più banali di Harley Quinn‘s, forniscono un supporto nel mondo reale per la sua visione debole dell’organizzazione.

Harley Quinn ha chiesto a Poison Ivy di conquistare la Legion of Doom nella terza stagione

La stessa Legion of Doom ha avuto origine con i Superamici cartone animato degli anni ’70 e ’80: in particolare, Challenge of the Superfriends, uno dei periodici cambiamenti di tono e concentrazione dello spettacolo. La stagione 3, episodio 1, “Wanted: The Superfriends” ha visto Luthor assemblare un who’s who dei cattivi DC nell’ormai iconica “Hall of Doom” con lo scopo di contrastare i loro eroici nemici attraverso i numeri. Sono stati memorabili non solo per le difficoltà che hanno posto agli eroi, ma per la loro appartenenza che includeva un certo numero di personaggi che facevano il loro debutto non nei fumetti.

Purtroppo, i loro ranghi non includevano Poison Ivy, apparsa per la prima volta un decennio prima in Batman del 1966 #181 (Robert Kanigher, Sheldon Moldoff, Joe Giella e Gaspar Saladino) e doveva ancora presentarsi al di fuori dei fumetti. Catwoman era una figura molto più affermata all’epoca e la sua popolarità dopo Adam West Batman serie ha portato a periodi regolari in spettacoli animati come The Batman/Superman Hour e Le nuove avventure di Batman. Ivy è stata ignorata fino al suo celebre debutto in Batman: The Animated Series negli anni ’90. (Harley Quinn‘S la versione di Ivy — costantemente messa in ombra da Selina — può probabilmente riferirsi.)

League of Evil Legion of Doom

Eppure per lei erano programmate cose più grandi. In un’intervista del 2011 con Noblemania, il defunto animatore Darrell McNeil ha parlato dei progetti iniziali per la Legione, che originariamente era chiamata “The League of Evil”. È stato creato per facilitare l’arrivo del Capitan Marvel della DC nei ranghi dei Superamici, completo del cattivo di Capitan Marvel, il dottor Sivana, a capo della Lega. McNeil ha rivelato un primo concept painting per la League, che include un numero di membri che non sono arrivati ​​all’appello finale. Ciò includeva personaggi come The Joker e The Penguin, così come altri cattivi di Captain Marvel come King Kull. Comprendeva anche Poison Ivy, con la sua caratteristica corona di foglie visibile tra i cattivi riuniti.

La formazione è cambiata quasi interamente a causa di problemi di copyright. Come ha rivelato McNeill, Filmation aveva i diritti su molti dei personaggi di Batman di The Batman/Superman Hour. I Superamici la serie è stata prodotta dalla rivale Hanna-Barbera, che non poteva usare determinate figure senza il permesso di Filmation. Ciò includeva Ivy, nonostante Filmation non l’abbia mai utilizzata per nessuna delle sue serie. Come se non bastasse, il DC Animated Universe, che ha usato regolarmente Ivy durante Batman: The Animated Series run – ha snobbato anche lei quando ha rianimato una versione dell’organizzazione criminale in Justice League Unlimited Stagione 3, Episodio 1, “Io sono Legion”.

Tutta questa negligenza fuori dal mondo aggiunge una ruga allo scetticismo nel mondo di Ivy su Harley Quinn. La serie ha accennato a una lunga storia tra di loro, che colora l’offerta di Luthor in “Il cavallo e il passero” mentre cerca di addolcire l’accordo. Non è confermato se i produttori sapessero della sua emarginazione fuori campo nel corso degli anni, ma il parallelo è inequivocabile. La Legione non ha mai mostrato interesse per Ivy prima, mettendo il suo status di leader appena coniato in un territorio inesplorato.

La terza stagione di Harley Quinn è attualmente in streaming nella sua interezza di HBO Max.